Disinfestazione da Cimice dei Letti

Disinfestazione da Cimice dei Letti (Cimex lectularis)
La Cimex lectularis appartiene all’ordine degli Hemiptera, sottordine Heteroptera, famigia Cimicidae, genere Cimex. Le forme adulte sono di colore bruno –rossiccio con corpo lucido e appiattito e misurano da  5 a 7 mm; le uova misurano circa 1 mm di colore biancastro, possono risultare macchiate per via delle feci di cui sono ricoperte; le ninfe di colore paglierino chiaro sono del tutto simili all’adulto anche se molto più piccole e soggette a 5 mute.

Habitat della Cimice dei Letti (Cimex lectularis)

Le cimici si annidiano prevalentemente nei materassi ma non è difficile identificarle anche in crepe, fessure, superfici rugose (legno), giunture di mobili, battiscopa, prese elettriche, scatole interruttori, dietro quadri, etc. Sono suscettibili di infestazioni le abitazioni civili, in particolare le camere da letto, gli alberghi, le carrozze dei treni, le cabine delle navi, etc.. Sebbene le cimici siano potenziali vettori di malattie, esse attualmente non sembrano coinvolte nella trasmissione di alcun agente patogeno. Tuttavia essendo ectoparassiti, le loro punture provocano edemi ed eritemi locali pruriginosi. L’atto del garttarsi può causare infezioni secondarie nella zona edematosa.

Prevenzione da Cimice dei Letti (Cimex lectularis)

Solitamente la Cimex lectularis si introduce nelle abitazioni mediante trasporto passivo, ovvero all’interno di valige, borse o vestiario. In caso di forti infestazioni può muoversi tra le diverse stanze prima colonizzando orizzontalemente un edificio (ad esempio tutto un piano) per poi trasmigrare verticalmente al piano successivo.

Disinfestazione da Cimice dei Letti (Cimex lectularis)

Per svolgere una efficace disinfestazione da Cimex lectularis a in una abitazione si deve agire seguendo una corretta metodica che prevede ispezione, disinfestazione e verifica. In casi di grosse infestazioni si può arrivare a effettuare sino a tre interventi intervallati ognuno di 6-8 giorni.

– Ispezione

La principale procedura per l’ispezione è trovare ogni possibile luogo di nidificazione della Cimice dei letti. Le cimici hanno una forma molto piatta e si possono annidiare in ogni crepa, preferendo aree isolate, buie e protette. Da effettuare dapprima una accurata ispezione dei materassi, facendo molta attenzione alle cuciture, valutare bene la base del materasso, la struttura del letto in particolare le assi di legno e sotto i bulloni di ancoraggio della rete. Dopo un’accurata ispezione del letto è opportuno valutare la testata del letto stesso, mobili e comodini vicino alla struttura, tutti i mobili della stanza (con particolare attenzione ai ripiani dove sono poste valige), oltre ad ispezionare attentamente telefoni, cuffie, monitor, libri, prese elettriche, tappeti, pedane, divani, battiscopa, etc. da non tralasciare infine i posti dietro i quadri, dietro specchi a muro oltre a tende e veneziane. Evidenziati tutti i punti di rifugio si ha a questo punto una più dettagliata visione del grado di infestazione e dei nascondigli adottati dalla Cimice dei letti nel nostro ambiente.

– Disinfestazione

I trattamenti contro la cimice dei letti si eseguono mediante irrorazione di tutto l’ambiente e le zone evidenziate dall’ispezione usando pompe a bassa pressione (CARIBEFLORA) con prodotti concentrati (CRACDOWNPOWER AC 1,0 ltPOWER AC 250 ml –  CIPERTRIN T) o con prodotti pronto uso (PERTIN LSPRIN). In seguito si può eseguire una fumigazione (PERMEFUM 14-P) o una gassificazione (SOLFAC AUTOMATIC FORTEBIFENASE) degli ambienti per raggiungere ogni piccolo anfratto o crepa che possa risultare non trattato dal precedente intervento di irrorazione. Sono possibili anche interventi con Sistema a Freddo da parte di personale specializzato dove si compie un’irrorazione di tutti gli ambienti con Anidride Carbonica o Azoto.

– Verifica

Dopo 7-10 dal trattamento è opportuno effettuare una verifica dell’ambiente e di tutti i luoghi prima identificati come infestati. In caso di assenza di Cimici si ha la risoluzione della problematica, se, al contrario si notano ancora individui vivi sarà necessario effettuare un secondo intervento come precedentemente spiegato

– Note particolari

In caso di forte infestazione in materassi, cuscini e altri luoghi di riparo può essere consigliabile, anche se oneroso, eliminare tale materiale e sostituirlo con del nuovo dopo aver effettuato la disinfestazione e verificato l’assenza di infestanti.

[table id=3 /]

AVVERTENZA IMPORTANTE
Leggere sempre l’etichetta e attenersi scrupolosamente alle indicazioni.
Usare solo i dosaggi scritti in etichetta, è responsabile chi utilizza il prodotto.
Proteggere alimenti dal contatto o dall’esposizione con insetticida.